Decreto FER1: ecco le linee guida!

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 10 Agosto il DECRETO FER1: decreto, promosso dal MISE e dal Ministero dell’Ambiente, che sostiene la produzione di energia da fonti rinnovabili per il raggiungimento dei target europei al 2030 definiti nel Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima (PNIEC).

Sono previsti incentivi per la diffusione di impianti fotovoltaici, eolici, idroelettrici e a gas di depurazione. L'obiettivo è quello di promuovere, sia in termini ambientali che economici, l’efficacia, l’efficienza e la sostenibilità del settore.

In particolare, come specificato dal GSE, Il D.M. 04/07/2019 suddivide gli impianti che possono accedere agli incentivi in quattro gruppi in base alla tipologia, alla fonte energetica rinnovabile e alla categoria di intervento:

 

 

  • Gruppo A: comprende gli impianti:
    • eolici “on-shore" di nuova costruzione, integrale ricostruzione, riattivazione o potenziamento
    • fotovoltaici di nuova costruzione
  • Gruppo A-2: comprende gli impianti fotovoltaici di nuova costruzione, i cui moduli sono installati in sostituzione di coperture di edifici e fabbricati rurali su cui è operata la completa rimozione dell'eternit o dell'amianto
  • Gruppo B: comprende gli impianti:
    • idroelettrici di nuova costruzione, integrale ricostruzione (esclusi gli impianti su acquedotto), riattivazione o potenziamento
    • a gas residuati dei processi di depurazione di nuova costruzione, riattivazione o potenziamento
  • Gruppo C: comprende gli impianti oggetto di rifacimento totale o parziale:
    • eolici “on-shore"
    • idroelettrici
    • a gas residuati dei processi di depurazione

 

Sono previsti 7 bandi per la partecipazione ai Registri o alle Aste

Nr. Procedura

Data di apertura del bando

Data di chiusura del bando

1

30 settembre 2019

30 ottobre 2019

2

31 gennaio 2020

1 marzo 2020

3

31 maggio 2020

30 giugno 2020

4

30 settembre 2020

30 ottobre 2020

5

31 gennaio 2021

2 marzo 2021

6

31 maggio 2021

30 giugno 2021

7

30 settembre 2021

30 ottobre 2021

 

Gli incentivi sono riconosciuti in base all'energia elettrica prodotta netta immessa in rete dall'impianto, calcolata come minor valore tra la produzione netta (a sua volta pari alla produzione lorda ridotta dei consumi dei servizi ausiliari, delle perdite di linea e di trasformazione) e l'energia elettrica effettivamente immessa in rete, misurata con il contatore di scambio.

 

CONTATTACI PER INFORMAZIONI RIGUARDO LA QUANTIFICAZIONE DEL CONTRIBUTO E MODALITA’ DI ACCESSO!

CONTATTACI!

 


RESTA AGGIORNATO

non perderti neanche una novità in materia di:
efficienza energetica, normative, adempimenti e obblighi di legge.